ENPAM- Dichiarazione fiscale dei riscatti pagati nel 2005

Contribuenti ai Fondi Speciali di previdenza: a tutti la dichiarazione fiscale dei riscatti pagati nel 2005
Contribuenti ai Fondi Speciali di previdenza: a tutti la dichiarazione fiscale dei riscatti pagati nel 2005

Si avvicinano le scadenze fiscali dellanno 2006 ed i contribuenti cominciano a raccogliere i documenti per la denuncia dei redditi. Tra questi, anche i numerosi medici che nel corso del 2005 hanno versato allEnte importi a titolo di riscatto: laurea, specializzazione, periodo precontributivo, servizio militare, allineamento.

Comnoto, sulla base della normativa vigente (art. 13, punto 1, lettera a, del Decreto Legislativo 18 febbraio 2000, n 47), le somme versate a titolo di riscatto alla gestione previdenziale obbligatoria di appartenenza sono interamente deducibili dallimponibile fiscale. Per la certificazione di specie era, per necessario conservare la ricevuta di avvenuto pagamento tramite lapposito modulo MAV. Occorreva poi predisporre le certificazioni per tutti coloro che, giovandosi della facoltprevista dalla Fondazione, avevano provveduto a bonificare dei versamenti in acconto, senza che fosse stata loro ancora comunicata ufficialmente lentitdellimpegno economico conseguente alla domanda di riscatto, ovvero in aggiunta alla rateazione giin essere.

A tal fine, per la prima volta questanno, la Fondazione Enpam ha pianificato linvio a tutti gli iscritti, che abbiano effettuato con le suesposte modalitun versamento a titolo di riscatto nel corso del 2005 presso i Fondi di previdenza dei medici convenzionati o accreditati con il servizio sanitario (cosiddetti Fondi Speciali), di una dichiarazione a fini fiscali riportante il totale dei pagamenti compiuti nellanno.

Liniziativa, che ha riguardato 4.375 posizioni, ha per ora carattere sperimentale; per questo lEnpam invita gli iscritti che riscontrino sulla propria dichiarazione una mancata corrispondenza degli importi pagati con quelli riportati nel testo a rinviare via fax il documento al numero 06.48.294.725, specificando la correzione da effettuare. In questo modo lEnte avrla possibilitdi affinare la procedura ed offrire un servizio migliore; linteressato potrentrare in possesso di una certificazione corretta. Dello stesso numero di fax potranno servirsi gli iscritti nellipotesi che non ricevano affatto la dichiarazione, per inoltrare la relativa richiesta.