Mese: Maggio 2007

CASSAZIONE PENALE (i privati che hanno avuto rapporti col sanitario abusivo non sono persone offese dal reato).

In tema di esercizio arbitrario di una professione, benchil bene tutelato dall’art. 348 del codice penale sia costituito dall’interesse generale a che determinate professioni, richiedenti, tra l’altro, particolari competenze tecniche, vengano esercitate soltanto da soggetti che abbiano conseguito una speciale abilitazione amministrativa, la qualitdi persona offesa dal reato questione deve essere riconosciuta esclusivamente allo Stato, come titolare dell’unico interesse tutelato dalla norma, e non anche ad altri soggetti, quali i privati che abbiano avuto rapporti con il professionista abusivo, i quali possono assumere, se mai, la qualifica di danneggiati dal reato. [Avv. Ennio Grassini www.dirittosanitario.net ]

Continua a leggere

TRIBUNALE di BENEVENTO (risarcito dallazienda il medico convenzionato di continuitassistenziale caduto sul posto di lavoro).

Consegue il diritto al risarcimento del danno anche morale laddove, come nel caso di specie, l’istruttoria svolta abbia permesso di accertare che effettivamente il medico convenzionato con incarico presso il servizio di continuitassistenziale sia caduto sulle scale ubicate all’interno del presidio ove prestava la sua attivitlavorativa e, considerate le modalitdell’incidente, certamente non sia possibile addebitare al sanitario un comportamento imprudente o colposo tale da sciogliere il nesso di causalit [Avv. Ennio Grassini www.dirittosanitario.net ]

Continua a leggere

TRIBUNALE di PISTOIA ( somministrazione di un farmaco off label per sfruttarne gli effetti collaterali: condanna per lesioni dolose )

Sussiste la responsabilitper il reato di lesioni dolose, nella accezione del dolo eventuale, nel comportamento del medico che prescriva un farmaco per una somministrazione ed utilizzazione cosiddetta fuori indicazione o off label per sfruttarne alcuni particolari effetti collaterali, allorchdalla utilizzazione e somministrazione del farmaco medesimo derivi per il paziente una malattia rilevante ai sensi dellart. 582 c.p. e il paziente non abbia rilasciato al sanitario il consenso informato ad ogni possibile conseguenze derivante da un siffatto utilizzo. L’imputata, nel caso di specie, era conscia del fatto che quella somministrazione del farmaco oltre al probabile e sperato beneficio avrebbe potuto anche produrre (come poi ha prodotto) ulteriori non necessarie menomazioni dell’integritfisica della paziente. Cosagendo ha quindi accettato il rischio dell’insorgenza di questi ulteriori effetti collaterali, ponendosi nell’alveo del c.d. dolo eventuale. [ Avv. Ennio Grassini www.dirittosanitario.net ]

Continua a leggere

TAR PUGLIA (istallazione di apparecchiature per lecografia e norme regionali)

In relazione alle apparecchiature per l’ecografia, non necessita di specifica autorizzazione l’installazione di tali macchinari nel caso in cui l’attivitvenga svolta nell’ambito di laboratori di radiologia giautorizzati. In effetti, non essendo l’ecografo qualificabile come “grande macchina” ai sensi della legislazione regionale di riferimento, la sua installazione non soggetta a specifica autorizzazione, sussistendo solo l’obbligo di denuncia dell’avvenuta installazione. [ Avv. Ennio Grassini www.dirittosanitario.net]

Continua a leggere