Malattia e certificati medici

Con sentenza n. 17898 del 22 agosto 2007, la Cassazione ha affermato che pur in presenza di una prassi aziendale in base alla quale per le malattie di un giorno sufficiente la giustificazione ma non la documentazione attraverso l’esibizione del certificato medico, come previsto dal CCNL, nulla impedisce al datore di lavoro di pretendere la certificazione medica quando ne ravvisi l’opportunit(es. per assenze troppo frequenti o in corrispondenza di un ponte festivo). Nel caso in cui non venga fornita la prova dell’assenza giustificata, non esistono le condizioni che consentono di ritenere dovuta, da parte del datore di lavoro, una prestazione imputabile a titolo di retribuzione.avvisi l’opportunit(es. per assenze troppo frequenti o in corrispondenza di un ponte festivo). Nel caso in cui non venga fornita la prova dell’assenza giustificata, non esistono le condizioni che consentono di ritenere dovuta, da parte del datore di lavoro, una prestazione imputabile a titolo di retribuzione.