TAR EMILIA ROMAGNA – La richiesta di indennita per rischio radiologico va indirizzata al Giudice Ordinario

 Il ricorso avverso il silenzio azionato concerne una questione di diritto economico, concernente la spettanza di una somma a compensazione del rischio radiologico, la cui giurisdizione stata devoluta al giudice ordinario, per effetto del D. Legislativo 31 marzo 1998, n. 80, come confermato dal T.U. in materia di pubblico impiego di cui al D. Lgs. 165/2001.<?xml:namespace prefix = o ns = “urn:schemas-microsoft-com:office:office” />

Il rimedio del silenzio-rifiuto, regolato da ultimo, per gli aspetti processuali, dallart. 21 bis della legge TAR, non esperibile nel caso in cui il giudice amministrativo sia privo di giurisdizione in ordine al rapporto cui inerisce la richiesta rimasta inevasa